Retorno by desconocido on Grooveshark
English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified

martes, 12 de abril de 2011

Se non curate l'Albero della Vita, che frutti sperate di raccogliere?

EUGENIO SIRAGUSA - Sua Opera, una PORTA REALE  


Se non curate l'Albero della Vita, che frutti sperate di raccogliere?


Sono stati i nostri Padri ad innestare il vostro primo albero della Vita.




I Figli di Dio si sono innamorati delle Figlie degli uomini e le hanno sposate.


Un albero, fecondato da una Nuova Forza Genetica che avrebbe dovuto dare Frutti Migliori, se fosse stato curato, potato e coltivato con Solerzia Spirituale e con le Leggi dell'Archetipo, Fecondatore di Vita, per Supremo Volere dello Spirito Creativo.

Il Programma è rimasto, anche se i germogli nuovi hanno portato con sé una linfa degenerata, priva della Genuina Forza, resa quasi sterile ed incapace di rigenerare i Valori Innestati con una genetica primaria, capace di sviluppare ed alimentare sempre più e meglio l'Albero della Vita e renderlo Fecondo, Fruttificante di buoni frutti.

Ancora, dopo tanto tempo, l'Albero della vostra Vita appare agonizzante, quasi sterile.

La Vite, il Tralcio, l'Uva?

Ma che cosa avete capito?

Come, come avete lavorato la Vigna del Signore?

L'Albero Nuovo sta per essere trapiantato e i Giardinieri del Cosmo sono già all'Opera.

I buoni germogli del vecchio albero saranno innestati nel Nuovo e da essi nasceranno i Frutti che lo Spirito del Signore gusterà per la Sua Gioia Eterna.

Pace.



Adoniesis

Eugenio Siragusa
Nicolosi